1. Prev Play/Pause Next

    Che t'aggia dì

    Le canzoni scritte con Andrea Arcella

    0:00
  2. Prev Play/Pause Next

    E la vita cos'è

    Le canzoni scritte con Andrea Arcella

    0:00
  3. Prev Play/Pause Next

    Faccio finta di niente

    Le canzoni scritte con Andrea Arcella

    0:00
  4. Prev Play/Pause Next

    Il trucco è dentro noi

    Le canzoni scritte con Andrea Arcella

    0:00
  5. Prev Play/Pause Next

    La faccia tra le mani

    Le canzoni scritte con Andrea Arcella

    0:00
  6. Prev Play/Pause Next

    La mia isola

    Le canzoni scritte con Andrea Arcella

    0:00
  7. Prev Play/Pause Next

    Ma io che ci faccio qui

    Le canzoni scritte con Andrea Arcella

    0:00
  8. Prev Play/Pause Next

    Occhi neri

    Le canzoni scritte con Andrea Arcella

    0:00
  9. Prev Play/Pause Next

    Sempre di fretta

    Le canzoni scritte con Andrea Arcella

    0:00
  10. Prev Play/Pause Next

    Siamo così

    Le canzoni scritte con Andrea Arcella

    0:00

La mia amicizia con Andrea Arcella risale alla fine degli anni '60: Andrea, più giovane di me di qualche anno, veniva spesso a sentire il mio gruppo al COMPLESSO TURISTICO AVERNO DAMIANI di Pozzuoli, dove d’estate si suonava all’aperto ai bordi della piscina (che bei ricordi…).
In quel periodo lui cominciava a muovere i primi passi nel mondo della musica leggera,  approfondendo la conoscenza del pianoforte, delle tastiere elettroniche e del computer applicato alla musica, partecipando attivamente a tutti quei fermenti di Rock Progressive Napoletano dal quale sarebbero venuti fuori, di lì a poco, gruppi musicali come “I Battitori Selvaggi”, “La Città Frontale”, “I Volti di Pietra”, gli “Osanna”.
Queste prime esperienze musicali aprirono ad Andrea, dopo qualche anno, la strada per fondare, insieme ad altri tre giovanissimi musicisti, uno dei gruppi italiani più famosi negli anni ’70,  “Il Giardino dei Semplici”, e raccogliere tanti successi, riuscendo a fare della musica la sua unica professione (aspirazione che per gli appassionati di musica rimane quasi sempre un sogno non realizzato…).
In tutti questi anni non ci siamo mai persi di vista, anzi, la nostra amicizia si è consolidata sempre di più.
Con molta professionalità e tanta disponibilità, Andrea mi ha molto aiutato nella realizzazione dei miei progetti musicali: mi è stato vicino nella realizzazione dei concerti, delle registrazioni, dei video ed anche per questi motivi non smetterò mai di manifestargli tutta la mia riconoscenza.
Però in tutti questi anni non c’era mai stata l’opportunità di una collaborazione musicale vera e propria, forse perché i tempi non erano maturi: lui, sempre impegnato dalle attività promozionali del Giardino dei Semplici (TV, serate ecc.), io, poco libero a causa dei miei impegni di lavoro e familiari.
Avevamo suonato qualche volta insieme, ma sempre per “goliardiche serate” fra vecchi amici, e niente di più.
Capitò che una sera, nel 2008, feci ascoltare ad Andrea un po’ di canzoni che avevo scritto negli ultimi anni e che erano rimaste nel cassetto, come spesso succede: Andrea ne fu molto colpito, ma ad alcune mancava il testo, a qualche altra la strofa era da completare, qualche altra ancora aveva una musica molto efficace ma il testo non lo era altrettanto…insomma… decidemmo di metterci a lavorare su questi brani e dopo alcuni mesi ci accorgemmo che il nuovo binomio “Arcella/d’Alterio” aveva realizzato ben dieci brani che, dopo ripetuti ascolti, ci lasciavano solo l’imbarazzo della scelta su quale brano fosse riuscito meglio.
Chi compone musica sa bene che una volta scritta una canzone, per quanto bella possa sembrare all’autore, la vera difficoltà inizia quando ci si comincia a guardare attorno per trovare un artista disposto a cantarla: io e Andrea, senza farci troppe illusioni, in questi ultimi anni abbiamo portato in giro alcuni di questi brani firmati “Arcella/d’Alterio” ed ora siamo in paziente attesa, incrociando le dita, che i cantanti cui li abbiamo proposti (Massimo Ranieri, Gigi Proietti, I Ricchi e Poveri, Fabio Concato, Toquinho) ci facciano pervenire un segnale positivo.
Se ciò non dovesse accadere, queste dieci canzoni, che ho voluto inserire nella mia pagina web per regalarle a tutti gli amici che mi seguono, rimarranno come una traccia indelebile della mia amicizia, questa volta anche musicale, con Andrea.